Esito gita Le cascate dell'acqua Fraggia

sa 29 maggio 2021

Una uscita variegata per unire cultura, natura e buona compagnia. Partiti in auto da Milano, abbiamo raggiunto tutti il ritrovo al posteggio accanto alla Chiesa di Borgonuovo. La giornata non era propriamente soleggiata, ma comunque senza nubi basse, permettendoci così durante la salita di ammirare le cime circostanti, ancora ben innevate.
Dopo qualche spiegazione iniziale della morfologia del luogo e della storia di queste zone ci siamo affacciati al prato che accoglie l’ultimo tratto delle spettacolari cascate dell’Acquafraggia che avremmo recuperato dall’alto nella seconda parte del nostro giro ad anello. Inoltrati nel bosco abbiamo assalito di buona lena i 500 metri di dislivello che conducono a Savogno. Lì ci ha raggiunto anche il sole che a quel punto era riuscito a mercanteggiare un adeguato spazio tra le nubi. Ci siamo addentrati per le stradine antiche del borgo (vale davvero la pena!) e poi abbiamo raggiunto l’ancor più piccolo paesino di Dasile.
Il sentiero di rientro cuce a zig zag il fiume che forma le cascate, regalandoci scorci di autentica bellezza. Abbiamo pranzato su una roccia liscia accanto ad uno dei tanti salti d’acqua del percorso, per poi fare rientro alle auto. La vera conclusione è stata però al piccolo caseificio del paese dove, non c’è che dire, abbiamo fatto onore ai prodotti locali. E anche questa è cultura!