Scuola > Corso di Alpinismo > Archivio Uscite Pratiche > Commenti
Monte Rosa - Castore e Lyskamm Occidentale - 25 e 26 Giugno 2011

E dopo il corso.....la festa!!!!


DIECI ISTRUTTORI PER NOI

Ho visto un uomo che moriva su un crestone
Ne ho visto un altro che i ramponi più non ha
Nessun rinvio mai
Ti può ferir di più
di una corda che si spezza in vol

Dieci istruttori per noi
Posson bastare
Dieci istruttori per noi
Vogliam dimenticare
Friends nuovi da comperare
E una Joker sulla quale morire
Dieci istruttori per noi
Solo per noi

Uno lo vogliam perché sa bene scalare
Una la vogliam perché
Ancor non sa cosa vuol dir cadere
Uno lo vogliam perché
ha conosciuto tutti gli chalet
Dieci istruttori così
Che dicono solo Alé
Vogliam saper chi ha detto
Che non scaliam più senza voi
MATTO
Quello è proprio matto perché
Forse non sa
Che possiamo averne uno per scalare
Una per la neve
Però quel matto ci conosce
Perché sa che siamo delle pene.
Dieci istruttori per noi
Posson bastare
Dieci istruttori per noi
Vogliam dimenticare
Friends nuovi da comperare
E una Joker sulla quale morire.
Dieci istruttori così
Che dicon solo Alè



CDA 2011


VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 6/7/2011
Complimenti a Simone per la ramponata alla corda nell'ultima foto !!!!!

Maffo

VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 4/7/2011
Che belle ste foto!!!!
certo bardati come fossimo in hymalaia...
V.

VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 4/7/2011
A domanda risposte...

1) B
2) A
3) B
4) A
5) B

Promosso?????

cosa????.....ho sbagliato la seconda???..... nuuuuuuuu

La Nutria..... :)

VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 28/6/2011
Panta bella mail, esilarante, simpatica, divertente.. ma come ben sai... i POOH DEVONO MORIRE TUTTI!!!

Veru

VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 28/6/2011
Un giudizio su questo corso....Mi credereste se vi dicessi che non mi è piaciuto per niente, che le uscite hanno fatto schifo, che le lezioni sono state tutte inutili, che non mi sono trovato bene coi miei compagni, che gli istruttori sono delle brutte persone che di montagna non sanno poi così tanto e che sono veramente antipatici ??????...Mmmh..spero proprio di no, perchè il mio giudizio è esattamente il contrario..Fantastiche uscite in fantastici posti con fantastici aneddoti, lezioni super-utili (anche quella di geologia), compagni di corso stra-simpatici, tra le persone più belle che abbia mai conosciuto (nessuno escluso)..Per quanto riguarda gli istruttori, beh, che dire, siete veramente mitici, come alpinisti,ma soprattutto come persone..A qualcuno l'ho già detto, voglio farvi i complimenti di cuore, perchè siete proprio bravi ad insegnare,si vede che amate la montagna ma anche insegnare a viverla come si deve...
Purtroppo, FORSE, per me sarà più difficile tenere i contatti con tutti (N.B. difficile, non impossibile) ma io ci proverò..e poi chissà, magari con qualcuno ci ritroveremo per caso in rifugio o all'attacco di una via a discutere su quale cordata debba partire per prima....Sarebbe bellissimo..
Grazie davvero a tutti voi, grazie della pazienza, grazie per ogni cosa che ci avete insegnato..Scegliere di provare a fare questo corso è stata una delle scelte più belle e giuste che abbia mai fatto.

Ora scusate ma devo scappare, ho la stanza piena di bambole da pettinare...

P.S.:Ricordatevi una cosa:"Salire in cima è facoltativo,ma tornare a casa è obbligatorio.."

P.P.S.: Panta le mie risposte le sai già..

Marco-Maffo-L'emiliano-Il salmone

VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 28/6/2011
QUIZ di FINE CORSO (okkio che VI BOCCIO!)

1 => Il corpo morto è:
a) Un attrezzo composto da una piastra in lega d'alluminio e un cavetto d’acciaio che, conficcato in profondità nella neve, serve poi da punto sosta
b) Un povero alpinista che, defunto sul posto, presta il proprio corpo (morto, per l’appunto) ai compagni di cordata per manovre di emergenza (da qui la famosa manovra della “calata in corda doppia sul corpo morto”)
c) Un qualsiasi corpo di mammifero (gatto, cane etc,) morto e crioconservato, che viene poi trasportato con cura nello zaino del capocordata per eventuali manovre di emergenza

2 => La nutria è:
a) Un intrepido allievo del corso di alpinismo 2011 che emette versi animaleschi quando ride
b) Un mammifero roditore originario del Sud America, simile al castoro
c) Un corpo morto da tenere nello zaino

3 => In gergo alpinistico, il detto “Non siamo mica qui a pettinare le bambole” è valido:
a) Quando lo dice un istruttore all’allievo che si guarda intorno con aria spaesata
b) Sempre, a meno che non vi portiate due Barbie (o bamboline similari) e due spazzole da capelli in vetta a un 4.000
c) Solo se avete un corpo morto da tenere nello zaino

4 => Di ritorno dal ghiacciaio, stanco e affamato, il week-end non può comunque dirsi completo se…
a) Non fai almeno 180 km (la metà dei quali girando “a spirale” per tortuosi vicoli di paesini valtellinesi) per andare a mangiare dietetici pizzoccheri intinti nel burro
b) Non hai cantato almeno una strofa di “Dio delle cittaaaaà…” dei Pooh
c) Se non controlli lo stato di conservazione del corpo morto che hai nello zaino

5 => Il modo migliore per prepararsi a un esame universitario del lunedi mattina è…
a) Restare a casa a studiare per tutto il week-end, rinunciando all’uscita del Corso di Alpinismo
b) Svegliarsi alle 4 il sabato mattina per stare tutto il giorno a 3.000 metri sotto la pioggia, poi stare fino alle 2 di notte di domenica in giro per ghiacciai, rifugi e ristoranti valtellinesi, possibilmente stancandosi, mangiando e bevendo il più possibile
c) Prestarsi come “corpo morto” per i propri compagni corso


VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 28/6/2011
Ed eccoci qui, anche questa è andata....che dire siamo saliti al Castore....4288 mt dal livello del mare, impensabile ed inimmaginabile ciò che si vede da lassù...i miei primi 4.000 ne rimangono veramente 81 da fare...ed adesso finito il corso meglio iniziare ad organizzarsi perché l’embolo è partito ed il singolo neurone che mi è rimasoto...ha spostato la sua attenzione alle vette, alle vie di roccia...adesso finito il corso guarda le pareti e le cime delle montagne con occhio diverso cercando una via, una strada da percorrere....sognando la cima.

Gran bella malattia.... penso incurabile…..

Un sunto dell’esperienza?????

Diciamo che questa volta diventa realmente difficile poterlo fare...non trovo le parole per poterla descrivere ...se ne potrebbe tirar fuori un libro per tutto ciò che è successo in due giorni...e diciamo che dopo due giorni ho ancora un sorriso stampato sulla faccia....nonostante

abbia faticato come un disgraziato per salire,
abbia sofferto per due giorni di emicrania,
abbia dormito in un loculo (sfatato il mito la Nutria non russa),
sia tornato ad usare il bagno a “rana”,
mi sia congelato il naso e la faccia (quasi da non riuscire nemmeno a parlare),
ecc......

Il pensiero è....quando lo rifacciamo??????....

Ed ora anche io passo alla sezione ringraziamenti......

Un ringraziamento speciale và agli istruttori e non che ci hanno insegnato cosa voglia dire amare la montagna e viverla in sicurezza, perché la montagna è fantastica ma allo stesso tempo pericolosa.... e alla sera è sempre meglio potersi sedere tutti insieme davanti ad una birra e raccontarsi l’esperienza e le cavolate che si riescono ad inventare in cordata... quindi porre sempre la massima attenzione e quando le condizioni non lo permettono è meglio restare in rifugio a giocare a carte....ed a studiare il percorso di salita.....

Ringrazio poi ancora gli istruttori e non ed i corsisti per aver sopportato un animale particolare qual è la Nutria, siete semplicemente fantastici, con voi mi son divertito un mondo... spero di continuare sulla strada intrapresa....

La Nutria

P.S: Samantha....allongiati... ;)


VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 28/6/2011
Anche la Samantha (ormai parlo in terza persona..sono al delirio) si unisce ai ringraziamenti INFINITI agli istruttori ma anche a tutti i compagni di cordata.

i miei primi 4000 sono stati meravigliosi.

Tra l'altro da segnalare che per fortuna a sto giro non porto a casa escoriazioni e lividi tipiche delle uscite su roccia..il ghiaccio ha il suo perchè.

Va detto che non mi sono mai drogata tanto come in questo fine settimana: tra asprine e tachipirine varie sto a posto fino a Natale.

Sorvolo sul fatto che sono anche un pò tanto magonata per la fine del corso...

Veru

PS: per la NUTRIA: prometti solennemente che ogni tanto mi chiamerai per dirmi "Alè Samantha" o in alternativa "Samantha allongiati".. prometti!!!!

VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 27/6/2011
Caro diario,

scusa se ultimamente non ti ho scritto… ma sai gli impegni!!!
Nel frattempo sono giunta al termine del corso di alpinismo!!! Come ti dicevo si fanno delle cose un po’ strane ..ma è proprio lì il bello!! Gli/Le istruttor* sono dei personaggi e diciamo che se sei proprio tutto registrato non ti prendono neanche a fare il corso.
Ti avevo lasciato l’ultima volta raccontandoti che ci facevano salire con delle corde su dei torrioni di roccia…. Beh pensa che negli ultimi due week end ci hanno fatto camminare sulla neve e sul ghiaccio in giugno con delle robe ai piedi che chiamano ramponi. Mi sono divertita un sacco!
Sono andata a 4000 metri … ma tu lo sai quanti sono!!! ???
A Milano tu non li hai mai visti dei posti così! Certo, ti devi sbattere un po’ per arrivarci…ma con gli istruttori e i compagni di corso è stato divertente.

Come ti dicevo per le salite su roccia …ti confermo che l’ascesa alla cima e’ la metafora della vita….I dettagli possono cambiare… ma il paradigma è sempre lo stesso…
- Hai un agognato obiettivo….
Per raggiungerlo…
Sbattimenti varie ed eventuali (spendi lo stipendio da Sport Specialist, prepara lo zaino, fai il pieno alla macchina, cammina per ore, prenditi le raffiche di vento in faccia, paga per non dormire insieme ad altre 15 persone in una stanza infernale, sopporta mal di testa e nausee varie, assisti al concerto di Capodanno nei bagni esterni, sputtana definitivamente le ginocchia, perdi i guanti appena comprati portati via dal vento, ….)
- Lo raggiungi e sei al settimo cielo!!!!
- Due giorni dopo sei punto e a capo!!! DOVE SI VA?
Insomma siamo tutti dei piccoli Ulisse!


Ahhhh…., ti avevo raccontato anche della Nutria, ti ricordi? L’istruttore Alessio che mi ha portato in cima ha portato anche la Nutria. Ha dell’incredibile…questi istruttori sono veramente eccezionali!! E anche la Nutria! Secondo me è un esemplare più unico che raro! Io di animali non capisco molto ma di Nutrie là in cima non ne ho viste altre!

Se ti capitasse di andare in montagna ricordati…IN MONTAGNA NON SI SCHERZA!
e quando vedi un compagno in difficoltà digli sempre ALE’ !!!!

Moni


VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 27/6/2011
Niente corpo morto finora… Si dovrà valutare nelle prossime uscite “autonome” la necessità di un corpo adatto all’uopo, sempre che qualcuno voglia unirsi alla mia cordata… Altrimenti andrò in solitaria, nel qual caso eventuali mezzi di assicurazione saranno cercati altrove e avrete qualcuno sulla coscienza…

A parte gli scherzi, mi unisco ai ringraziamenti…

Ringrazio di cuore tutti, istruttori e non, allievi e futuri compagni di cordata, per i mesi trascorsi assieme, per gli insegnamenti ricevuti, per l’ampliamento e il rivoluzionarsi delle mie prospettive, per aver avuto la possibilità di rendermi conto di quanto avevo sbagliato finora e per le possibilità potenziali apertesi nel mio futuro (alpinistico ed esistenziale).

Pensavo che non avrei mai potuto scalare una parete, salire una cresta, progettare un 4000, pensare, tout court, ad avventure alpinistiche “vere”, quelle che lasciano quella luce negli occhi che soltanto chi è andato verso la montagna ed è tornato possiede…

Credevo fossero poche le persone ad avere il mio stesso entusiasmo anche solo nel sognare vette e rocce, a condividere la stessa passione, lo stesso piacere nel tornare a casa stanchi (ma felici) dopo aver vissuto un’esperienza in montagna, ad apprezzare ciò che la maggior parte delle persone disprezza, la fatica, la rinuncia, la gioia dello stare anche soltanto pochi secondi sulla vetta agognata per giorni, mesi, anni… E invece ho scoperto, sorprendendomene, un intero mondo, un’infinita varietà di approcci all’alpe, differenti ma accomunati dallo stesso, identico, desiderio di montagna…

Ho vissuto giornate meravigliose, colme di quella gioia vera che soltanto esperendo la montagna si avverte dispiegarsi in senso autentico; ho conosciuto persone stupende, ciascuna con la sua singolarità (e follia), attraverso quel contatto diretto, non mediato da ipocrisie o falsi rapporti, che deriva dal mettersi in gioco, senza schermi, in situazioni nelle quali il legame con la vita si palesa in maniera piena, nelle quali la propria esistenza è affidata a se stessi e all’altro, non a consuetudini ed abitudini acquisite.

So però che questo non è un addio; terminato il corso ognuno di noi non proseguirà semplicemente sul suo cammino come non avesse mai incontrato gli altri; i nostri sentieri si sono intrecciati e ora so che ci sarà qualcuno che proseguirà con me verso la cima, verso il termine della via per poi calarsi felicemente in doppia e…ricominciare tutto daccapo.

Alice



VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 27/6/2011
siiiiii, siete splendidi cari istruttori ed aspiranti tali, ognuno con il suo modo di affrontare le cose, di insegnare e di farci ridere. Quest'ultima uscita è stata davvero bella (cima del Lyskamm a parte, accidenti al vento!!!), grazie per tutto, anche per la pazienza verso chi 'tira la corda' dal centro della cordata....ma giuro che ci tornerò sul Lyskamm!
E voi cari compagnucci di corso? Pronti per le prossime uscite enogastronomiche? Quando andiamo? Eh? Eh? A domani :)
Elena

VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 27/6/2011
Ed eccoci qua.
Ultima uscita, ultimo commento.
Vorrei cominciare con un grazie.
Grazie a tutti gli istruttori, aiuto istruttori, aspiranti istruttori ecc.
Grazie per averci permesso questa bellissima esperienza, grazie per le cose che ci avete insegnato e soprattutto grazie per il tempo dedicatoci, grazie per i bellissimi week end passati insieme.
Ieri Monte Rosa, che emozione i miei primi 4000, credo di essere più emozionata oggi di ieri al ripensare cosa abbiamo fatto e al panorama spettacolare visto.
Mary, hai ragione non lo dimenticherò mai!!!!
Fortunatamente in quest’ultima uscita, non sono serviti corpi morti ma solo tante aspirine,il meteo è stato più clemente (si fa per dire), abbiamo sostituito la grandine alle raffiche di vento.
Ragazzi un grazie anche a tutti voi, siamo troppo forti anche se BRAVI ma lenti…..
Buona settimana e tutti, ci vediamo domani
Ely



VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 27/6/2011
Ok...allora ci siamo....vediamo.....

Lampada frontale...........OK
Caschetto..................OK
Imbrago....................OK
Cordini....................OK
Moschettoni................OK
Occhiali alta protezione...OK
Barrette energetiche.......OK
Acqua......................OK

Meteo cinquinetto consultato....previsioni ottime.....

Siamo pronti per affrontare il primo Quattromila......poi ne mancheranno 81........mmmmmmm eppur mi sembra di dimenticare qualcosa......

A si ecco.....il "corpo morto".....ma per quello credo che ci pensa Alice.... :D

A domani.......

La Nutria



VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 24/6/2011
Ma almeno in discesa la jeep no ? Dai... tanto il mezzo non va molto piu' veloce di due gambe, pero' in effetti dipende dalle gambe e da quello che hanno fatto prima. Secondo me dopo il Rosa le vostre gambe avranno le ali ai piedi...

Peccato non essere dei vostri. Mi dispiace, vi devo almeno una spiegazione. Potrebbe essere una o piu' di queste:
- arreco troppi pensieri al direttore che non mi vuole piu' vedere, sentire, leggere
- ho meglio da fare nei weekends
- mi sono appesantita, sono fuori allenamento e temo la magra figura
- disegno divino
- colpa delle cavallette sui pirenei
- mi torturano al lavoro
- devo fare il tifo ed il live report per un ironman molto speciale

Ecco qualcosa a cui pensare durante la cresta, tanto di tempo ne avrete...

Ragazzi, non ve la scorderete mai piu' questa salita...ed anche le vostre gambe non la dimenticheranno molto presto. Pero' se prendete la jeep non potrete lamentarvi.
Buon divertimento
M


VOTO 0/0/0/0 su scala 0-5

Data 22/6/2011